Tinder, supermercato della grande bellezza?

tinder-e-la-grande-bellezza

Tinder ci aiuta a trovare, in poco tempo e senza troppe smancerie, un lui o una lei proprio come li abbiamo sempre desiderati: belli, in forma ed affascinanti. Ma siamo sicuri che per farci innamorare serva soltanto la grande bellezza?

Stando ad un precedente articolo il romanticismo sembrerebbe proprio in decadenza e il principe azzurro passato di moda. Oggigiorno infatti tra lavoro, aperitivi e palestra abbiamo poco tempo da dedicare alla ricerca dell’anima gemella e quindi ancora meno al corteggiamento che invece – come si dimostrerà più avanti – è il pilastro su cui si dovrebbe fondare ogni relazione di coppia. Si vuole tutto e subito, infatti là fuori ci sono così tante possibilità che non aspettano altro che noi e quindi perché soffermarci e accontentarci solo di una quando ne possiamo avere molte? Viviamo nella cosi detta epoca del “relationshopping” o “amore consumistico” dove i potenziali partner sono accatastati uno di fianco all’altro su uno scaffale dove si scelgono solo i prodotti/partner che hanno la confezione più bella: “Benvenuti nel supermercato virtuale Tinder :)”

Non che prima dell’arrivo di Tinder l’aspetto esteriore non contasse nulla, da sempre infatti l’attrazione fisica ha avuto un ruolo predominante nella nascita di una coppia. Prima di Tinder (ma più in generale prima di tutti i social) il piacersi fisicamente era però solo l’inizio di un percorso che serviva per conoscersi meglio. Tutto iniziava con un primo appuntamento e poi mazzi di fiori, sorprese, regali, farfalle nello stomaco, telefonate, sospiri, pensieri, sguardi fino a quando uno dei due, facendosi coraggio, si faceva avanti e bam il gioco era fatto (se volete sapere cosa è in grado di darci l’amore e perché ci fa così tanto bene leggete l’articolo). Ora invece nell’epoca “Tinderiana” sembrerebbe proprio che la grande bellezza sia prerequisito necessario affinché due persone inizino a frequentarsi. Ma durerà? Sembrerebbe proprio di no infatti una ricerca condotta su 4000 persone presso l’università del Michigan  ha evidenziato come  le coppie nate on line abbiano più probabilità di scoppiare rispetto a quelle che invece si sono conosciute di persona alla vecchia maniera; i ricercatori sono convinti che questo avviene perché il corteggiamento dal vivo serve a legare ed amalgamare di più la coppia.

Ma allora perché ci ostiniamo a cercare a tutti i costi partner sempre più belli, affascinanti e con gli addominali scolpiti? L’articolo continua a pagina 2..

Privacy Policy Licenza Creative Commons
AudiMente di Massimo Lattes è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 4.0 Internazionale.
Based on a work at www.audimente.it.