Il segreto per rimanere per sempre giovani ed attivi

Quali sono le caratteristiche che ci fanno vivere più a lungo ed anche meglio? Ce lo insegnano i nostri nonni..

Come fare a non invecchiare mai e rimanere sempre degli eterni Dorian Gray? Ecco alcune semplici regole da seguire:

  • avere delle sane relazioni sociali vedi articolo
  • leggere un libro vedi articolo
  • avere un buon senso dell’humour vedi articolo

Ma non solo.

Alcuni ricercatori dell’Università La Sapienza di Roma insieme a dei colleghi dell’Università della California hanno scoperto l’elisir di lunga vita rigorosamente “Made in Italy”. I ricercatori hanno infatti intervistato degli arzilli “vecchietti” campani, per la precisione del Cilento, di età compresa tra i 90 ed i 100 anni ed hanno scoperto quali sono i tratti psicologici che accomunano tutti questi “super nonnini”. Così infatti scrive il capo progetto il dottor Dilip V. Jeste: “Il dato principale che emerge dal nostro studio è la lucidità degli anziani di questa popolazione rurale italiana.”

Una delle ricercatrici, la dottoressa Anna Scelzo dell’Università La Sapienza, così infatti scrive: “Tutti ma proprio tutti i nostri intervistati hanno messo in primo piano la loro terra e la loro famiglia come scopo di vita ed hanno ammesso di essere felici di vivere in quel contesto che non cambierebbero con nessun altro. Addirittura alcuni di loro hanno detto che lavorano ancora nei campi insieme ai loro figli e nipoti.”

I ricercatori hanno notato che molti degli intervistati erano addirittura più lucidi dei loro figli di 30, 40 anni più giovani.

Ma ecco cosa hanno risposto alcuni dei nostri “super nonni italiani”: “Ho perso la mia amata un mese fa e sono davvero distrutto, eravamo sposati da oltre 70 anni. Le sono stato vicino fino all’ultimo e quando è mancata ho sentito un gran vuoto. Grazie alla mia famiglia sto cercando di superare questo tragico momento; ho 4 figli, 10 nipoti e 9 pronipoti. Ho sempre lottato ed ho sempre superato tutti i cambiamenti che la vita mi ha messo di fronte. Penso proprio che attraverso i cambiamenti possiamo crescere come persone.”

Ed ancora: “Sono sempre stata ottimista, nella vita c’è sempre una soluzione a tutto. Questo è quello che mio padre mi ha insegnato ed io ho insegnato ai miei figli. Prendere la vita di petto ed affrontare tutto a testa alta perché tutto si può sistemare.”

Ma anche: “Sono sempre attivo. Non conosco il termine stressato. La vita è quello che è ma dobbiamo andare avanti.”

E per finire: “Se devo dirla tutta mi sento più giovane ora rispetto a quando giovane lo ero per davvero.”

Ma allora quali sono le caratteristiche che ci fanno vivere più a lungo e meglio? Eccole riassunte dalla dottoressa Scelzo: “Tutti gli intervistati hanno un carattere dominante e sono la colonna portante della loro numerosa famiglia. Hanno un forte senso di controllo su tutto ciò che avviene nella loro vita ma nello stesso tempo accettano quello che non possono controllare direttamente. Non lasciano mai nulla al caso e tengono tutto sotto controllo. Sono persone sicure di loro stesse e non si interessano di quello che gli altri possano pensare di loro. Hanno tutti la tendenza a dare una direzione alla loro vita e nel caso vi sia qualche imprevisto, stringono i denti e si adattano ai cambiamenti.”

Anche un’altra ricerca ha evidenziato quanto il riuscire a mantenere il controllo della propria vita insieme ad una buona attività fisica siano in grado di farci vivere meglio e più a lungo (la ricerca è stata presentata nel giugno del 2018 presso il convegno annuale dell’APA – Associazione degli Psicologi Americani – ). I ricercatori hanno intervistato per 9 giorni consecutivi 116 “grandi” adulti tra i 60 e i 90 anni e 106 “giovani” adulti tra i 18 ed i 36. A tutti è stato chiesto quanta percezione di controllo avessero della loro vita e se al momento di quell’intervista si sentissero più o meno giovani. Il primo dato emerso è che il sentirsi più o meno giovani non era sempre lo stesso e variava da giorno a giorno e nei giorni in cui si aveva la sensazione di avere tutto sotto controllo ci si sentiva più giovani. Ad esempio le persone intervistate che si sentivano più giovani erano coloro che avevano fatto controlli o visite mediche regolari, che avevano un calendario o un’agenda delle loro giornate, che andavano a letto e si alzavano sempre alla stessa ora etc. etc. Una strategia per avere la percezione di avere tutto sotto controllo (e quindi sentirsi più giovani) è quella di organizzare un’attività fisica quotidiana. Infatti quegli intervistati che facevano movimento ogni giorno si sentivano più organizzati e più giovani di quelli che invece non facevano alcuna attività fisica.

Sentirsi giovani è anche sinonimo di salute mentale, infatti in una ricercapresso la Seoul National University è stato evidenziato che coloro che si sentono più giovani sono coloro che stanno meglio psicologicamente. I ricercatori coreani, analizzando le TAC (Tomografia Assiale Computerizzata) dei cervelli degli intervistati, hanno notato che il cervello di coloro che avevano dichiarato un’età inferiore era davvero simile al cervello di un individuo più giovane (molto diverso dal cervello dei coetanei che invece avevano dichiarato di sentirsi più vecchi). I ricercatori hanno anche notato che quei volontari che avevano dichiarato di sentirsi più vecchi erano anche coloro che, attraverso al test psicologico effettuato in concomitanza alla TAC, erano risultati soffrire di problemi psicologici come depressione, ansia e stress.

Sentirsi degli eterni Peter Pan ci fa vivere più a lungo come è stato dimostrato in una ricercache ha analizzato la vita di 6.500 individui vedi articolo. Ed anche fare sesso in età avanzata ci fa vivere più a lungo vedi ricerca presso l’Università della California. Per finire una curiosità; secondo voi chi è più propenso al rischio, un giovane o un anziano? Una ricerca presso la Duke University  Durham nella Carolina del Nord ha evidenziato che, a parità di patrimonio, l’anziano è più propenso a perdere di più ma anche a guadagnare di più rispetto ad un giovane che preferisce rischiare di meno ma al contempo guadagnare anche di meno. Vuoi conoscere qual è l’età in cui siamo più felici? Vedi articolo.

Buona mente e lunga vita a tutti 🙂

Massimo

Immagine Credit: Google

Per scrivere questo articolo ho impiegato alcuni giorni. Se ti è piaciuto, per piacere, condividilo sui tuoi Social e metti Mi piace a questo articolo come anche alla pagina Facebook di AudiMente e se vuoi essere sempre aggiornato sugli ultimi articoli iscriviti gratuitamente alla newsletter in alto a destra!! Grazie mille 🙂

Ti interesserebbero altri articoli sullo stesso argomento? Clicca qui.

(Visited 521 times, 4 visits today)