Con il cuore spezzato come fare a riprendere determinate attività che si facevano assieme all’ex?

Finire una relazione è come smettere di fumare

Dopo la fine di una relazione si ha il cuore spezzato ed è normale sentirsi ancora innamorati o perlomeno legati al proprio/a ex.

Ecco cosa scrive il dottor John Alex Clark autore del libro “THE ERASE CODE: How to get over anyone in less than a week using psychology” libro interamente dedicato ai cuori spezzati:

“Superare la fine di una relazione è molto simile allo smettere di fumare. Quando una persona decide di smettere di fumare i primi giorni sono sempre i più difficili perché ogni cosa che si fa ci ricorda l’amata sigaretta. Fortunatamente via via che passa il tempo diventa sempre più facile dimenticare l’ex ma ci vuole anche tanta pazienza e pratica” scrive il dottor Clark”.

Indice

Cuore spezzato perché mi ricorda di..

Dopo una rottura amorosa, c’è sempre qualcosa che ci ricorderà il/la nostro/a ex perché quella determinata cosa l’abbiamo fatta/vissuta insieme a lui/lei.

Può essere un luogo, del cibo o semplicemente un determinato momento. Il/La nostro/a ex faceva parte della nostra vita, quindi è normale che tutto sia collegato a lui/lei e tutto ci faccia tornare in mente lui/lei. Per riuscire a disinnamorarci, il dottor Clark ci ricorda che dobbiamo distruggere tutte queste associazioni e collegamenti.

Tutti noi creiamo collegamenti mentali tra esperienze associandole le une con le altre. Alcune situazioni o luoghi possono innescare una bomba emotiva basata su esperienze passate vissute insieme al nostro/a ex.

Come fare a rompere questi collegamenti ed associazioni mentali?

Dobbiamo riuscire a dissociare questi luoghi o momenti dal ricordo del nostro ex creando delle nuove associazioni. Così infatti scrive il dottor Clark:

“Se tu e il tuo ex avete sempre frequentato assieme un determinato ristorante, ritornare in quel locale dopo la rottura diventa molto doloroso perché rivedi il tuo ex ovunque. Invece di evitare il ristorante prova a pensare al buon cibo e all’atmosfera piacevole emanata da quel locale. I tuoi nuovi ricordi legati a quel ristorante prenderanno la supremazia e lentamente non lo collegherai più al tuo ex”.

Bisogna fare questo esercizio ogni qualvolta qualcosa ci ricorda il/la nostro/a ex così facendo le associazioni dolorose con il nostro ex diminuiranno sempre più sostituite invece dalle nuove sensazioni positive (che ci siamo ricreati) di quel determinato luogo/momento.

Buona mente

Massimo


Massimo Lattes

Dopo aver completato gli studi in Statistica Economica e Sociale, mi sono specializzato nell'Analisi della Comunicazione Televisiva che mi ha portato a lavorare in gruppi editoriali come Il Sole 24 Ore, Rai, Mtv, Sky e Forbes. In parallelo ho iniziato ad interessarmi alla Psicologia e alla Sociologia, con il desiderio di comprendere meglio le persone dietro ai dati e ai numeri del cosiddétto "Audience" televisivo. Ho approfondito quindi le mie competenze in Psicologia attraverso studi, letture e partecipazioni a corsi e seminari. L'amore per questo argomento mi ha spinto a creare AudiMente - Audience della Mente -, uno spazio in cui condivido riflessioni sul Benessere Psicologico e sulla Crescita Personale attraverso l’Analisi di Ricerche di Psicologia.