Da uno a dieci quanta attenzione hai?

Riesci a concentrarti su qualcosa senza perdere l’attenzione?

Esistono parecchi motivi per cui perdiamo l’attenzione: i rumori, alcune sensazioni fisiche, le persone intorno, i pensieri, le preoccupazioni, lo stress e “last but not least” lo smartphone.

Eh si sembrerebbe proprio che oggigiorno lo smartphone sia il nemico pubblico numero 1 dell’attenzione per non parlare del multitasking che non fa altro che peggiorare le cose.

Indice

Attenzione? Si grazie

Attenzione e concentrazione sono essenziali per il successo in ogni campo della vita umana: a scuola, al lavoro, con il partner, quando leggiamo un libro, alla guida ma anche semplicemente quando stiamo cucinando un delizioso manicaretto.

Ecco come aumentare la concentrazione a scuola

Proviamo ad immaginare quanto tempo, sforzo, denaro e vite umane (ahimè la disattenzione alla guida è uno delle principali cause di incidenti stradali) si potrebbero risparmiare se solo riuscissimo ad aumentare l’attenzione.

Proviamo ad immaginare quanto efficienti potremmo essere e quanti errori potremmo evitare se solo fossimo più attenti a quello che facciamo.

Per avere successo in quello che si sta facendo bisogna concentrarsi ed indirizzare i propri pensieri verso il risultato senza lasciarsi distrarre continuamente.

Come aumentarla

Non è niente altro che un muscolo da allenare, ma come fare?

Ecco un esercizio da eseguire tutti i giorni.

Una volta al giorno, per 15 minuti, spegniamo o silenziamo lo smartphone mettendolo da parte, in tasca, in borsa o nel cassetto dove meglio riteniamo, l’importante è non guardarlo.

In questi 15 minuti cerchiamo di prestare la massima attenzione a ciò che stiamo facendo.

Se siamo al lavoro, concentriamoci completamente sul lavoro.

Se stiamo leggendo, immergiamoci completamente nel libro.

Se stiamo cucinando, seguiamo la ricetta punto per punto.

Se stiamo pulendo casa non tralasciamo alcun angolo.

Se siamo con il nostro partner, un amico o un parente ascoltiamolo profondamente.

Insomma dedichiamoci completamente, al 100%, a quello che stiamo facendo, come se quella fosse l’unica cosa che esistesse al mondo; ci siamo solo noi e quella determinata attività!!!

Praticando questo esercizio ogni giorno pian pianino noteremo che la nostra attenzione migliorerà e soprattutto capiremo che la vita va avanti anche senza il nostro “caro” “amato” smartphone.

Buona mente

Massimo


Massimo Lattes

Dopo aver completato gli studi in Statistica Economica e Sociale, mi sono specializzato nell'Analisi della Comunicazione Televisiva che mi ha portato a lavorare in gruppi editoriali come Il Sole 24 Ore, Rai, Mtv, Sky e Forbes. In parallelo ho iniziato ad interessarmi alla Psicologia e alla Sociologia, con il desiderio di comprendere meglio le persone dietro ai dati e ai numeri del cosiddétto "Audience" televisivo. Ho approfondito quindi le mie competenze in Psicologia attraverso studi, letture e partecipazioni a corsi e seminari. L'amore per questo argomento mi ha spinto a creare AudiMente - Audience della Mente -, uno spazio in cui condivido riflessioni sul Benessere Psicologico e sulla Crescita Personale attraverso l’Analisi di Ricerche di Psicologia.