Le misure contano! Gli uomini che hanno il dito anulare poco più lungo del dito indice sono più gentili con le donne, hanno delle relazioni più sane ed hanno anche più figli.

Care donne, prima di infilare l’anello al dito al vostro futuro marito, sinceratevi bene quanto sia lungo il suo dito anulare.

Indice

Un dito dice tutto

Una ricerca pubblicata sulla rivista online Personality and Individual Differences” dal titolo: Fetal exposure to androgens, as indicated by digit ratios (2D:4D), increases men’s agreeableness with women condotta dal capo progetto la Dottoressa Debbie Mhhoskowitz dell’Università McGill di Montréal con i ricercatori Young S.N, Sutton R. e Zuroff D.C. ha dimostrato che gli uomini che hanno il dito anulare poco più lungo del dito indice sono anche quelli che sono più gentili con le donne e che quindi hanno rapporti sentimentali migliori e che mettono al mondo anche più figli.

E’ tutta una questione di testosterone

Rispetto alle donne, nell’uomo, la differenza tra l’anulare e il dito indice è molto più pronunciata ed è dovuta a quanto testosterone si è ricevuto quando si era ancora un feto; meno testosterone si è ricevuto quando si era nella pancia della mamma, meno differenza esiste tra le due dita e più gentili si è con le donne.

Il co-autore Dottore Simon Young in merito a questo sostiene:

E’ affascinante notare come una variazione di ormoni prima della nascita possa influenzare il comportamento di una persona in età adulta”.

I ricercatori studiarono per 20 giorni consecutivi i comportamenti di 155 individui – maschi e femmine – e analizzarono le loro interazioni sociali con persone dello stesso sesso e del sesso opposto circostanziando i momenti di gentilezza da quelli di scontro.

La Dottoressa Debbie Moskowitz infatti afferma che:

Quando si trovano con delle donne, gli uomini che hanno una differenza poco accentuata tra il dito anulare ed il dito indice, sono molto più disponibili ad ascoltarle, a sorridere ed ad entrare in sintonia ed empatia con loro”.

Dito indice e gentilezza sono correlati

Il co-autore Dottore Simon Young insieme ai suoi colleghi riscontrò che gli uomini con la minore differenza di lunghezza tra il dito anulare e l’indice erano molto più gentili (più del 30%) e molto meno litigiosi (meno del 30%) con le donne rispetto agli uomini in cui la differenza era molto più marcata.

Invece per quanto riguardava le donne, che avevano partecipato allo studio, non era stata evidenziata alcuna correlazione tra la differenza di lunghezza delle loro dita e un comportamento più o meno gentile con un sesso rispetto all’altro.

La Dottoressa Debbie Moskowitz conclude dicendo che:

Gli uomini con una piccola differenza tra anulare e medio hanno relazioni più armoniose con le donne; questo comportamento aiuta a formare e a mantenere una relazione positiva con le donne. Questo spiegherebbe perché questi uomini abbiano in media più figli rispetto agli uomini in cui questa differenza tra le due dita è più accentuata”.

Buona mente

Massimo

Image Credit: cjggbella


Massimo Lattes

Dopo aver completato gli studi in Statistica Economica e Sociale, mi sono specializzato nell'Analisi della Comunicazione Televisiva che mi ha portato a lavorare in gruppi editoriali come Il Sole 24 Ore, Rai, Mtv, Sky e Forbes. In parallelo ho iniziato ad interessarmi alla Psicologia e alla Sociologia, con il desiderio di comprendere meglio le persone dietro ai dati e ai numeri del cosiddétto "Audience" televisivo. Ho approfondito quindi le mie competenze in Psicologia attraverso studi, letture e partecipazioni a corsi e seminari. L'amore per questo argomento mi ha spinto a creare AudiMente - Audience della Mente -, uno spazio in cui condivido riflessioni sul Benessere Psicologico e sulla Crescita Personale attraverso l’Analisi di Ricerche di Psicologia.

1 commento

I commenti sono chiusi.